Arriva il “livello di prontezza degli edifici”

livello prontezza edifici

Il “livello di prontezza degli edifici” è una novità voluta dall’UE ed è ora inserita nella bozza di decreto sull’efficienza energetica degli edifici per la quale il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera preliminare: si tratta di una nuova misura di predisposizione degli edifici all’utilizzo di tecnologie smart e di dispositivi domotici atti a migliorare il livello di comfort domestico.

Ancora una volta, quindi, per migliorare i livelli di prestazione energetica delle nostre case e più in generale di tutti gli edifici, si fa ricorso alle cosiddette tecnologie intelligenti e alla domotica.

La novità è che il nuovo “livello di prontezza degli edifici” si sommerà a quelli che già concorrono al calcolo della prestazione energetica degli edifici.

La bozza di decreto che recepisce la Direttiva 2018/844/UE ha i seguenti obiettivi:

  • promuovere l’uso delle tecnologie informatiche e intelligenti (ICT) per garantire agli edifici di consumare in maniera più efficiente
    accelerare la ristrutturazione energeticamente efficiente degli edifici esistenti;
  • integrare le strategie di ristrutturazione edile a lungo termine per favorire la realizzazione di edifici a emissioni zero entro il 2050;
  • dare un impulso alla mobilità elettrica con l’integrazione delle infrastrutture di ricarica negli edifici (colonnine obbligatorie).